Opale - Longsquare
15636
post-template-default,single,single-post,postid-15636,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
opale

Opale

L’opale è costituito biologicamente da silice + gel di silice + H2O. In particolare la presenza di acqua è importante per l’effetto ottico che presenta.

Ha una genesi di tipo sedimentario per deposizione chimica di acque minerali sature di silice. La maggior parte degli opali si trova in cavità o fratture di roccia sedimentarie come per esempio quelli australiani, oppure possono riempire vuoti di rocce di origine vulcanica come quelli messicani. Altre volte riempiono cavità lasciate dalle ossa in conchiglie fossili.

L’acqua satura di silice si deposita in cavità. Per lenta evaporazione si forma un gel di silice costituito da micelle di 30-40 millimetri che si aggregano tra di loro fino a dare sfere di dimensioni maggiori che si depositano sul fondo. L’ambiente deve essere tranquillo e mantenersi tale per migliaia di anni.

Presenta una struttura a sferule con diametri variabili da 150 a 300 millimetri, tra le sferule ci sono spazi occupati da gel di silice. Quando le sferule sono disposte a formare un reticolo di diffrazione, tra di loro sono tutte uguali e così anche gli spazi attorno avremo il fenomeno ottico chiamato arlecchinamento.

La luce bianca che colpisce la superficie del nostro opale causerà riflessione e rifrazione all’interno dello stesso. Per vedere meglio il colore di un opale è consigliabile appoggiarlo su un fondo nero perché il nero assorbe la luce trasmessa all’interno della pietra e mi permette di vedere bene gli altri colori.

Se invece, le nostre sferule non sono equidimensionali e sono disposte in modo caotico il fenomeno principale sarà la diffusione e avremo opalescenza. Il nostro opale avrà un aspetto vellutato e appare tendenzialmente traslucido.

Un opale può anche non presentare alcun fenomeno ottico, per esempio, l’opale di fuoco che ha un colore giallo, arancio, rosso, rosso scuro non ha fenomeno ottico.

Ne avete mai visto uno? Sembra di tenere in mano un pezzetto di brace ardente.